top of page

Gira lo sguardo ad Oriente.

Mi sono voltata un giorno di tanti anni fa e ho scoperto l'Oriente; mi sono appassionata alla sua cultura e ho iniziato a viaggiare nei suoi meandri per scoprire quanto più' possibile di ciò che la compone.

Vi avevo promesso un viaggio in Giappone con questo post ed è quello che stiamo per fare insieme; trovo il Giappone affascinante per le sue origini antiche, per la sua posizione tra passato e futuro, per le sue cerimonie e per la sua essenzialità. L'incontro tra arte e natura fa fiorire il senso del sacro.


Ora un paio di curiosità sul Giappone e poi fatemi sapere se anche a voi verrà voglia di farci un giretto.

GEISHA

Sai che cosa significa questo termine in giapponese?

Significa “persona versata nelle arti”. Infatti lo stereotipo che abbiamo noi occidentali di questa figura è totalmente errato, all’interno della società giapponese queste donne esercitano una vera e propria professione che è frutto di un lungo e impegnativo percorso a cui non tutte vengono ammesse.

La loro formazione comprende l'apprendimento di nobili arti quali il canto, le danze tradizionali, particolari cerimoniali quali quello del tè ed inoltre l'apprendimento dello Shamisen tipico strumento musicale a tre corde. Le ragazze che diverranno geisha vengono accuratamente selezionate e solo chi ha grandi capacità e ferrea volontà può intraprendere il duro apprendistato in apposite scuole dove inizialmente le allieve vengono chiamate maiko e solo al termine del percorso divengono geiko, cioè vere e proprie geisha.

IKEBANA

In giapponese Ikebana significa “fiori viventi”. Questa magnifica arte nasce in Oriente, in particolare in India e Cina, ma in seguito si afferma maggiormente in Giappone, dove viene utilizzata come arte offerta agli dei. E' importante che ogni composizione abbia al suo interno solo materiale organico che viene combinato con tre rami principali in cui il più' lungo rappresenta il cielo, quello piu' corto la terra e quello di media lunghezza rappresenta l'uomo. Questi tre elementi devono essere sistemati armoniosamente, proprio come armoniosa deve essere la loro esistenza, sono tre forze che devo essere in equilibrio.



La cerimonia del te quanto mi affascina!

Per prima cosa, il tè che usato in tale cerimonia non è il comune tè, si tratta di un tè dal caratteristico colore verde brillante, finemente polverizzato e disciolto in acqua calda con un frullino di bambù. L'originale cerimonia dl tè durerebbe molte ore ma normalmente viene "accorciata" pur rispettando un rigido codice di etichetta che parte con il numero di giorni di anticipo con cui si estende un invito (generalmente non più di cinque), al rituale lavaggio delle mani prima di accedere alla sala del tè, al posto da occupare durante la cerimonia, sia per gli ospiti che per il padrone di casa, alla designazione dell'ospite d'onore, al modo di servire e di bere il tè. Inoltre anche il luogo, la sala dove si celebra il rituale è speciale, permeato di spiritualità quasi fosse un vero e proprio luogo di culto.


Scrivere in Giappone non è un atto banale ma una forma di arte; la calligrafia giapponese, detta shodō, trae origine da quella cinese. Alla base della calligrafia giapponese c’è l’idea che il testo scritto non debba dare solo piacere estetico, ma che la forma debba armonizzarsi con il contenuto e anche aiutarne la comprensione. La calligrafia inoltre è importante perché i suoi tratti esprimono armonia ed eleganza e veicolano un messaggio spirituale profondo, quasi sacro. La scrittura è intimamente connessa con la relligione Zen, la scrittura è una delle vie per comprendere il significato della vita e la Verità; il gesto della scrittura sul foglio bianco è unico e irripetibile, se si sbaglia non si può correggere o tornare indietro; richiede perciò concentrazione, sicurezza e fluidità nell’ esecuzione; prima di tracciare i segni ci si deve porre in uno stato d’animo privo di pensieri, preoccupazioni, passioni o desideri; in questo modo i tratti usciranno spontaneamente dall’interno dell’anima verso l’esterno, senza sforzo o fatica.


Era tanto che volevo scrivere un post sul Giappone ed è stata per me una splendida ricerca e una sorta di preparazione ad un viaggio del futuro spero.


L'essenzialità, la sacralità, l'arte e la creatività che vivono in questa cultura mi hanno sedotto e non ancora abbandonato, mi rapiscono ogni volta e ogni giorno di più.


A presto anime belle!

Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page