top of page

5 modi per coltivare l'intuito





La medicina cinese ci dice che proprio in questi giorni il movimento energetico della Primavera e dell’Elemento ad essa associato, il Legno, inizia a manifestarsi.

Ovviamente siamo ancora lontani dall’inizio della Primavera effettiva ma come ogni cosa anche le stagioni hanno bisogno di un tempo per venire alla Luce nella loro pienezza e in questo articolo ti voglio parlare di un aspetto non tanto intuitivo di questa stagione ma soprattutto di questo elemento.


Il Legno è quella forza potente e creativa che parte da dentro, che fa sì che un germoglio rompa la corteccia e si affacci alla Vita; il Legno è l’aspetto onirico della vita, è il sogno proprio nella sua manifestazione notturna legata al sonno.

Il Legno è per sua natura un movimento che dà dentro ci porta fuori, il Legno è intuizione. Il Legno è la parte fanciulla della vita, che tutto sente e tutto può.


Voglio dunque suggerirti 5 modi per coltivare e risvegliare il tuo intuito legato a questa stagione.

1. Osserva la meraviglia

Ci meravigliamo quando non ci aspettiamo qualcosa o quando qualcosa appare ai nostri occhi improvvisamente senza che noi abbiamo fatto nulla per richiamarlo. Soltanto se siamo aperti a ciò che arriva possiamo cogliere le sfumature, i colori e far manifestare nella nostra vita la meraviglia.


2. Esplora la Natura

Scopri quale elemento della Natura ti è più affine ti risuona e poi invece mettiti in connessione con quell’elemento naturale che ti infastidisce, che ti crea un disagio e prova a sentire – non pensare – che cosa ti sta dicendo quell’elemento. Magari è il vento che ti fa venire il mal di testa, oppure l’acqua che ti fa paura per le sue profondità, oppure il pendio della montagna che ti mette a contatto con i tuoi limiti.


3. Fai parlare le tue mani

Creare con le mani è quanto di più sacro si possa fare; quanto le nostre mani creano la nostra mente tace e ci arrivano spesso idee, si palesano desideri e finalmente tutto è più chiaro. Il Legno si dice sia il ponte tra i Reni – da dove veniamo – e il Cuore – il nostro sentire più profondo. Con il lavoro delle mani questo ponte si illumina e ci porta messaggi preziosi.


4. Sii il ramo che tocca terra

Piegati fin dove ti è permesso, ma un po’ oltre la tua zona di comfort. Permetti a te stesso di fare esperienza, anche e soprattutto quella che non conosci. Il tuo intuito ti rimanderà una visione di te nuova e molto importante per la tua evoluzione. Hai mai osservato i rami di un albero, quali acrobazie meravigliose sanno fare, esplorando luoghi inaccessibili e talvolta inesplorati. Tutto questo però non gli impedisce di rimanere saldi al tronco per continuare a portare nuovo nutrimento alla pianta con le nuove esperienze compiute.


5. Stai dentro di te

Prendi l’abitudine di darti un appuntamento con te, crea un posto accogliente, bello e sicuro dentro di te dove accomodarti per chiederti come stai, se la strada che stai percorrendo e proprio la tua o quella di qualcun altro, per darti semplicemente il tempo di fermarti e poi ripartire con nuova linfa vitale.


Questi sono alcuni modi che puoi sperimentare per metterti in connessione con l’intuito, recuperando la capacità di stare nel sentirTi.


Ti consiglio inoltre anche un libro che poco ha a che fare con il mondo orientale ma che a me ha portato molte intuizioni preziose.


Se vuoi puoi anche aiutarti nel coltivare il tuo intuito facendo brevi meditazioni in particolari momenti, come questa che ho pubblicato in questi giorni in occasione della Luna Piena di questo mese.


Comments


Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page